Area Fisioterapisti

Qui trovi tutte le informazioni per utilizzare al meglio la piattaforma BruxApp Cloud per la tua professione.

Il Bruxismo: un fenomeno dilagante,
una nuova sfida per il Fisioterapista

fisioterapia con bruxapp

La recente letteratura scientifica ha evidenziato quanto il bruxismo possa essere un fattore di rischio, una concausa o la causa scatenante di alcune patologie legate al sovraccarico muscolo scheletrico.

Tra queste, spiccano i disturbi temporomandibolari, mialgie e cefalee oggi molto diffuse a causa degli stili di vita frenetici. Inoltre, il bruxismo può provocare grave usura dentale, fallimenti implanto-protesici e recidive odontoiatriche, compromettendo seriamente il buon esito dei lavori ed innescando spiacevoli contenziosi con il paziente se non adeguatamente diagnosticato

Sei un fisioterapista?

Se sei un fisioterapista che ha in carico anche pazienti bruxisti e parafunzionali in genere, devi conoscere BruxApp.

La piattaforma è riconosciuta come dispositivo medico di classe 1 ed è progettata su basi scientifiche e di ricerca.

Come fisioterapista avrai sicuramente sperimentato quanto sia difficile gestire le tensioni muscolari e le loro conseguenze, per esempio sull’ATM, in queste categorie di pazienti. Le terapie sembrano avere scarsa efficacia con un beneficio molto limitato nel tempo.

A prescindere dalle tecniche terapeutiche utilizzate, nel giro di pochi giorni il paziente spesso vanifica tutti gli sforzi terapeutici.

Perché il paziente vanifica gli sforzi terapeutici?

Questo accade perché continua a generare e auto-alimentare tutte quelle tensioni muscolari all’origine dei problemi che stai cercando di trattare.

Se il paziente non impara a gestire quelle tensioni, ogni terapia verrà in breve vanificata.

BruxApp cambia il paradigma, mettendo al centro il paziente e non la terapia. Lavorando sull’autoconsapevolezza, lo aiuta ad assumere il ruolo di primo attore nella gestione e nella risoluzione del proprio problema, affiancato dall’assistenza di professionisti esperti.

gli step del bruxismo

Un processo di valutazione

Attraverso BruxApp, il paziente svolge un test della durata di 7 giorni per valutare il grado di severità del proprio bruxismo della veglia. Attenzione: non si tratta di una diagnosi, ma di un’analisi preliminare della propria condizione parafunzionale e di eventuali aree di dolore. Alla fine del test, BruxApp genera alcuni grafici che visualizzano l’entità e la tipologia del lavoro muscolare che sta affliggendo il paziente. Inoltre, permette di verificare l’andamento delle manifestazioni nel corso della settimana di test o giorno per giorno. Questo consente di conoscere la condizione di partenza del paziente e capire come impostare il piano terapeutico

Un processo di gestione

Una volta stabilito il punto di partenza, BruxApp mette a disposizione un programma di rieducazione cognitivo comportamentale basato sul biofeedback positivo. La piattaforma genera degli alert sonori ai quali il paziente, opportunamente addestrato, reagisce sviluppando la consapevolezza delle proprie tensioni muscolari attraverso un training comportamentale per imparare ad autogestirle.

Un processo di follow up

Una volta eseguito il primo programma di rieducazione, il paziente esegue un nuovo test di valutazione per verificare i risultati e i miglioramenti. In questa sede, si stabilisce come proseguire il training e se cambiare o inserire nuove strategie di gestione. La personalizzazione dei processi è il fattore vincente del percorso di rieducazione. Come fisioterapista esperto, potrai inserire i metodi di trattamento e gli esercizi più indicati da proporre al tuo paziente. Tutti i processi di rivalutazione sono ripetibili e puoi monitorarli più volte.

Un dispositivo con solide basi scientifiche

rieducazione cognitiva

1. Grazie alla tecnologia EMA (Ecological Momentary Assessment) per smartphone impiegata da BruxApp è possibile valutare il comportamento del paziente in tempo reale e nel suo ambiente, per un tempo sufficientemente lungo. L’EMA Smartphone Based è oggi uno standard di riferimento per il bruxismo della veglia all’interno dello Standardized Tool for the Assessment of Bruxism approvato dall’International Bruxism Consensus Panel nel corso dell’International Association for Dental Research (IADR- Boston 2021).

La gestione di tutti i dati avviene secondo le rigorose norme del GDPR Europeo per la tutela dei dati sanitari

solida base scientifica bruxapp cloud

2. BruxApp è l’unica piattaforma al mondo che offre la versione digitale dello Standardized Tool for the Assessment of Bruxism (STAB), lo strumento di valutazione per il bruxismo recentemente pubblicato sul Journal of Oral Rehabilitation da un consensus internazionale di esperti della materia  dopo cinque anni di lavoro del Bruxism Consensus Panel – IADR/INFORM

La gestione di tutti i dati avviene secondo le rigorose norme del GDPR Europeo per la tutela dei dati sanitari

esame clinico bruxapp

3. I principi dell’EMI (Ecological Momentary Intervention) sono lo strumento che BruxApp utilizza per la rieducazione cognitivo-comportamentale del paziente nei processi di bio-feedback positivo, in base ai risultati del test e alla diagnosi del medico.

La gestione di tutti i dati avviene secondo le rigorose norme del GDPR Europeo per la tutela dei dati sanitari

Cosa può offrirti ancora BruxApp?

1. Video tutorial

Un video tutorial dove vengono spiegate la piattaforma, la lettura dei dati e il loro utilizzo per poter programmare correttamente il piano di rieducazione e gestione del paziente.

2. Visualizzazione del tuo profilo

Uno spazio dove inserire il tuo profilo e le tue competenze, risultando visibile da tutti quei pazienti che cercano un fisioterapista esperto in bruxismo sul territorio.

3. Trovare nuovi pazienti

La possibilità di trovare nuovi pazienti, ma anche altri fisioterapisti e odontoiatri esperti in bruxismo con cui confrontarti o collaborare.

cosa offre brusxapp
lezione accademia bruxismo per fisioterapisti

Vuoi diventare un Fisioterapista Esperto
in Bruxismo e Disordini Temporomandibolari?

I fisioterapisti che appaiono sulla piattaforma BruxApp Cloud sono tutti professionisti esperti in grado di garantire ai pazienti la corretta formazione del professionista in questo ambito.

Un Team di qualificati fisioterapisti docenti del 
Master in “Fisioterapia muscolo-scheletrica e reumatologica” dell’Università La Sapienza di Roma, soci del GSID  e del GTM-AIFI, ha infatti lo scopo di formare master class di fisioterapisti esperti in bruxismo e TMD, attraverso corsi nei fine settimana o l’annuale Master Universitario di Roma.

Grazie alla collaborazione con il Gruppo di Studio Italiano Dolore Orofacciale e Disordini Temporomandibolari (GSID) il materiale didattico del Master Universitario segue le linee guida del direttivo del GSID con l’avvallo Prof. Daniele Manfredini, uno dei massimi esperti internazionali della materia.

Durante le lezioni teoriche e le discussioni interattive, i partecipanti impareranno tutte le basi teoriche Evedence Based e con le sessioni pratiche sui pazienti, rafforzeranno i contenuti teorici condivisi e le esperienze cliniche degli insegnanti (fisioterapisti e odontoiatri).
Entrerai in contatto con una Community Internazionale di docenti e colleghi che rimangono connessi, per confrontarsi e aggiornarsi costantemente, grazie alle attività formative ed al Congresso Internazionale annuale del GSID.

Il gruppo Facebook del GSID, aperto anche ai fisioterapisti, conta più di 14.000 iscritti in tutto il mondo.